In crescita il turismo neretino

 

Il report dello Iat: turisti italiani e stranieri, amano la storia di Nardò e ne apprezzano i servizi

 

“Città tra le più incantevoli del Meridione d’Italia”. “Mare, monumenti, natura… una città sorprendente”. “Abbiamo conosciuto Nardò e non vogliamo andare più via”. Sono solo alcuni dei lusinghieri commenti che i turisti nei mesi scorsi hanno lasciato all’ufficio di Informazione e Accoglienza Turistica di Nardò e che sono finiti nel report sui flussi di turisti e vacanzieri in città, relativi al periodo compreso tra gennaio e settembre 2016, stilato dallo stesso ufficio. Un documento che, di fatto, certifica la crescita del turismo a Nardò. Il report dello Iat, che è gestito dall’azienda di servizi turistici Turismo d’Autore, parla di un incremento ulteriore delle presenze italiane e straniere in città nel 2016, in linea con la tendenza degli ultimi anni, ma soprattutto di una crescita che si registra durante tutto il corso dell’anno, quindi anche lontano dai periodi tradizionali.

Nel complesso sono in leggera maggioranza le presenze italiane (55%) rispetto a quelle straniere (45%). Queste ultime, in particolare, sono ormai in crescita tutto l’anno, con una significativa preferenza per i mesi di marzo, aprile, maggio e settembre. Si tratta di turisti provenienti da ogni parte d’Europa e del mondo, con un aumento di rilievo per quanto riguarda le visite da Germania, Belgio, Olanda, Francia, Inghilterra, Paesi Scandinavi, Canada, Stati Uniti, America del Sud, Australia. Gli italiani, invece, arrivano soprattutto da Lombardia, Piemonte, Friuli, Veneto, Trentino, Marche, Umbria, Campani

Random Posts

  • Bari: presentata la stagione di prosa 2016/2017

    Dignità autonoma di prostituzione special edition di Luciano Melchionna, Vladimir Macbetin della compagnia ceca Spitfire e Amleto – Die Fortinbrrasmachine di Roberto Latini sono gli spettacoli di punta del prologo, dedicato a Shakespeare a 400 anni dalla sua scomparsa, della  stagione comunale di prosa 2016/17 di Bari realizzata dall’amministrazione comunale in collaborazione con il Teatro…

  • “Marangiane in Festa”: sabato 29 luglio con la musica di Rewind70 e Vega80

    Divertentismo, pietanze succulente a base di melanzane, stand gluten free e la specialità del Tortello di pesca direttamente da Roverbella, nel mantovano, comune gemellato a Castrì di Lecce: sabato 29 luglio va in scena la seconda serata di “Marangiane in Festa” che, organizzata dalla Pro Loco di Castrì con l’ausilio di tantissimi volenterosi volontari, è giunta al 17° anno…

  • Nardò: mezzi in azione sulle strade per spalare la neve ed evitare il formarsi del ghiaccio

    Il protrarsi del freddo e di condizioni meteo particolarmente proibitive ha indotto il sindaco Pippi Mellone a disporre per lunedì 9 gennaio la chiusura di tutti gli istituti scolastici della città. L’ordinanza si è resa necessaria a tutela della sicurezza e della incolumità di studenti e operatori scolastici (anche di quelli che arrivano quotidianamente da…

  • RESTAURATO IL QUADRO DI S. GAETANO DI THIENE

    Venerdì, 14 giugno, alle ore 19, si terrà la cerimonia di riconsegna alla Città ed alla Chiesa di Sant’Irene (o dei Teatini) di Lecce del quadro raffigurante San Gaetano di Thiene. Il pregevole dipinto è stato sottoposto ad un rigoroso intervento di restauro promosso dall’Amministrazione Comunale, grazie all’impegno ed al finanziamento del Lions Club Lecce…

  • Nardò 2016 in Piazza

    Ecco la locandina ufficiale di #Nardò2016inPiazza organizzato per il 31 dicembre dell’Unione Commercianti di Nardò con la collaborazione della Pro Loco Nardò e Terra D’Arneo, con il Patrocinio del Comune di Nardò. 18 dicembre 2015    

  • Nardò, amministrative 2016: l’assessore Leuzzi nel mirino de “L’Altra Nardò”

    Singolare e ripetitivo il comunicato stampa dell’assessore all’urbanistica di Nardò pubblicato, in pompa magna, sulle pagine locale di Gazzetta e Quotidiano. Altrettanto singolare che, detti giornali su una vicenda così importante abbiano voluto, semplicemente, dare spazio alle dichiarazioni del responsabile nonché curatore di un fallimento, le cui conseguenze ricadono e ricadranno sulla nostra comunità, senza…

a, Emilia, Lazio, Calabria e Sicilia, ma è cresciuto anche l’interesse dei pugliesi, soprattutto tarantini e baresi, sempre più curiosi di scoprire e conoscere meglio la loro regione e quindi anche la città di Nardò.

L’identikit del visitatore medio tracciato dagli operatori dell’ufficio ubicato nel sedile di piazza Salandra è quello di un turista particolarmente interessato alla storia della città e ai suoi monumenti, dai quali rimane subito affascinato, che cerca adeguati servizi turistici, ristoranti e trattorie tipiche, cantine, oleifici, forni. Il feedback ricevuto dimostra un elevato grado di apprezzamento dell’offerta, ma anche un nutrito pacchetto di consigli e suggerimenti: la fruibilità di Palazzo Personè, della ex Pretura e del Teatro Comunale, maggiore decoro e manutenzione nelle piazze e vie del centro storico, eliminazione del traffico veicolare lungo tutti i percorsi turistici, migliore segnaletica, strutture ricettive come hotel o residence in grado di ospitare gruppi di turisti organizzati. Discorso a parte merita il cartellone degli eventi e degli spettacoli estivi. Molto incoraggiante è stato il gradimento per il cartellone 2016.

“Il nostro obiettivo strategico – spiega il sindaco Pippi Mellone – è consentire a Nardò di guadagnare la leadership territoriale della porzione di Salento che è l’arco jonico-salentino. Siamo la città capofila di fondamentali progetti sulla cultura e la valorizzazione dei beni culturali e vogliamo guidare il processo di crescita e di sviluppo di questa parte della nostra provincia. Questa è la nostra visione, da qui a cinque anni, sul terreno sul quale fisiologicamente turismo e cultura si incontrano”.

“Partiamo da questi dati – commenta l’assessore al Turismo e alla Cultura Francesco Plantera – per strutturare il lavoro dei prossimi mesi e anni. C’è un punto fondamentale che è la capacità di questa città di destagionalizzare naturalmente il turismo. Le visite di turisti italiani e soprattutto stranieri dimostrano che la destagionalizzazione è già in atto e noi abbiamo il compito di favorirla e governarla. Faremo tesoro delle indicazioni dello Iat e dei suggerimenti degli stessi turisti, i migliori per le scelte che verranno. Il fatto, ad esempio, che il cartellone degli eventi estivi sia già richiesto a maggio dimostra che è sbagliato stilarlo e presentarlo a luglio, come si è sempre fatto. Chi sceglie Nardò per trascorrere le sue vacanze lo fa anche in funzione del cartellone degli eventi e di conseguenza dobbiamo essere bravi a chiuderlo e presentarlo il prima possibile. Magari con qualche profilo di qualità e qualche nome di richiamo in più, cioè più attenzione alla qualitàrispetto alla quantità e al numero di eventi. Esattamente come stiamo già facendo con la stagione invernale di prosa del Teatro Comunale, che presenteremo nelle prossime settimane”.

Ufficio Stampa

Taggato con:

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

CulturiaChannel.it

Storia, Cultura e Tradizione, offerta turistica ed enogastronomica. Eventi, imprese ed artigianato locale.
CulturiaChannel promuove le manifestaizoni legate all'Arte, alla Cultura, alla Musica, al Teatro, alla Danza, all'Architettura, con particolare riguardo verso storie di vita popolare, la Tradizione, il Culto e le manifestazioni locali, per incentivare tutto cio che appartiene alla nostra memoria storica, al nostro folklore.

Indici di Borsa Mondiali

Investing.com Italia
Save the Children Italia Onlus