Chi era Cloe Elmo? Oltre cento tra auto e moto d’epoca pronte a riscoprire, le tracce del celebre mezzosoprano leccese del ‘900

Oltre cento auto e moto d’antan, perfettamente tirate a lucido, splendide come se conoscessero il segreto dell’eterna giovinezza, sono pronte a ritrovarsi domani, domenica 22 aprile a Lecce, per l’appuntamento dedicato alla scoperta di Cloe Elmo, celebre mezzosoprano leccese del ‘900, organizzato dalla Scuderia Il Tacco – Club federato ASI e dalla Prima Scuderia Femminile Automoto d’Epoca, con il patrocinio dell’Assessorato al Turismo del Comune di Lecce.

Il programma della manifestazione, inizierà alle ore 9 in piazza Libertini, con l’accreditamento e l’accoglienza dei partecipanti, con degustazione di un prodotto tipico, il “pasticciotto”, offerto dalla pasticceria Natale. Lo spettacolo dei gioielli storici richiamerà come sempre un numeroso pubblico di curiosi ed appassionati. Si potranno ammirare le prestigiose ed eleganti auto e moto che hanno fatto la storia, dai modelli più antichi a quelli in perfetto stile vintage, fino ai più recenti anni ’80. Ci saranno, ad esempio, le italianissime Fiat Balilla del ’33, FIAT Topolino A del 1948, FIAT 500 C 1951, FIAT ‘600 DEL ’66, FIAT1500 6C del 1937, 1400B del 1956, Fiat 124 Spider del 1970, 500C “Belvedere” (1954), Alfa Romeo Giulietta Spider del ’61, 2600 sprint del ’63, e C6 del 1956, “Duetto” Spider rossa del 1967 (l’auto immortalata nel film “Il Laureato”), e ancora, un’Appia Prima serie del ’52, una MGA del 1953, una Triumph Spitfire del 1962, una Jaguar tipo ev12 del 1974, un Taxi inglese del 1955, Rolls Royce Silver ‘62, delle Ferrari, Pulmino Volkswagen del ‘84. Per le due ruote, faranno bella mostra le Guzzi ‘250 del ’34 e “Falcone” del 1954, il Gilera Saturno 500 del ’49, la Vespa Piaggio 125 del 1952, immortalata dalla celebre pellicola “Vacanze Romane” e simbolo dell’Italia spensierata del dopoguerra, una MOTOM cc48 del 1960, una Lambretta LI del ’63 ed una Moto Guzzi Astore del ’48.

Alle 10:30 il saluto delle autorità e del sindaco di Lecce Carlo Salvemini, accompagnato dall’assessore al turismo Paolo Foresio, aprirà il momento celebrativo. Seguirà l’intervento di Eraldo Martucci, giornalista e critico musicale, che illustrerà la straordinaria figura dell’artista, alla presenza dei discendenti di Cloe Elmo, Stanislao, di cui la cantante era la zia, e Stefano, il pronipote. In piazza Libertini sarà suggestivo ascoltare tre brani con la voce autentica di Cloe e, al termine, il mezzosoprano Serena Scalinci, che canterà l’aria “Habanera” tratta dalla Carmen di Bizez, una delle più note che la Elmo interpretò e che la resero celebre. I partecipanti coglieranno l’opportunità di visitare il Teatro Apollo e il Castello di Carlo V. Infine, intorno alle 13:00, a bordo dei loro auto asceranno la città alla volta del Ristoppia Resort di Lequile per il momento conviviale di chiusura.

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

CulturiaChannel.it

Storia, Cultura e Tradizione, offerta turistica ed enogastronomica. Eventi, imprese ed artigianato locale.
CulturiaChannel promuove le manifestaizoni legate all'Arte, alla Cultura, alla Musica, al Teatro, alla Danza, all'Architettura, con particolare riguardo verso storie di vita popolare, la Tradizione, il Culto e le manifestazioni locali, per incentivare tutto cio che appartiene alla nostra memoria storica, al nostro folklore.

Indici di Borsa Mondiali

Investing.com Italia
Save the Children Italia Onlus