Cheryl Porter in concerto

Prosegue questa sera, a partire dalle ore 20.00, con un concerto della magica voce della cantante americana Cheryl Porter, la rassegna natalizia di concerti nelle Chiese organizzata dall’assessorato al turismo dedicata alla riscoperta delle bellezze e delle emozioni della Città vecchia.

Artista e cantante americana tra le più note in ambito internazionale, autentica regina del palcoscenico dotata di una accattivante e carismatica personalità, capace di catturare e coinvolgere il pubblico, Cheryl Porter presenterà nell’austera ambientazione della Basilica Cattedrale di Nardò i classici della spiritualità gospel riallacciando in chiave internazionale il filo narrante della magia del Natale che nel Borgo antico con parole, suoni e musiche, rivedute e riarrangiate con sapienza e passione, hanno sottolineato la nobiltà e il calore della tradizione natalizia.

Cheryl Porte sarà accompagnata dal coro dell’Alleluiah Gospel Singer, Voci dalla sonorità “black” davvero indimenticabili che interpretano le canzoni della tradizione religiosa afro-americana che più toccano il cuore, per un’esperienza autentica e da non perdere,

Spaziando dal Jazz al Gospel, dalla più intima formazione “voce+piano”, al quartetto, fino ad arrivare a sonorità più ricche e piene grazie alla presenza di una sezione di coristi di colore nei gruppi gospel, o ad atmosfere più prettamente orchestrali grazie all’impiego di una sezione fiati e di un quartetto d’archi, Cheryl Porter propone nei suoi concerti prestazioni che suscitano grandi emozioni.
Lunga e ricca la carriera della cantante di Chicago che nei giorni scorsi è stata protagonista di una trasmissione su Radio Capital.
Nel 1990 vince una borsa di studio in canto lirico presso la Northern Illinois University e inizia a studiare canto classico sotto la guida del soprano Edna Williams e del basso Myron Myers, interpretando presto, come soprano, i ruoli delle grandi dive di Puccini e Verdi. Nel 1992 risulta la miglior concertista di Chicago.
Nel 1995 si trasferisce in Italia per proseguire la sua carriera nell’opera lirica, ma è proprio qui che capisce di non voler raccontare solo le storie della musica europea e si rende conto del grande bisogno, da parte del pubblico, del messaggio di pace, amore e fratellanza espresso nella musica afro-americana, in particolare lo spirituals e il gospel. Nello stesso periodo conosce il suo futuro marito Guido Torelli e decide di trasferirsi definitivamente nelle campagne a nord di Vicenza.
Mescolando Spirituals, Gospel, Classica e Jazz, Cheryl Porter si distingue per le sue doti vocali e si trova presto a duettare e collaborare assieme a grandi artisti, fra cui Paolo Conte, Katia Ricciarelli, Tito Puente, Mariah Carey, David Crosby e Amii Stewart.
Nel 2003 Luciano Pavarotti la chiama a guidare un coro gospel londinese, per cantare al suo matrimonio con Nicoletta Mantovani il 13 dicembre 2003; un evento in cui Cheryl dividerà il palco con Bono e Andrea Bocelli e Zucchero.
Fra le sue sperimentazioni musicali, c’è anche l’album Mina in Black, in cui l’artista reinterpreta in chiave jazz e blues i grandi successi della celebre Mina reinventando i testi in lingua inglese. Nel 2008 esce il secondo volume Mina in Black 2, questa volta cantato in italiano.
Dal 2004 collabora attivamente con la Banda Musicale della Polizia di Stato, con cui si è esibita in diverse occasioni interpretando alcuni tra i più celebri brani di Ennio Morricone, e partecipando anche ad un gran concerto a Manhattan in occasione del Columbus Day nel 2008.
Sull’album Zenit che esce per il 40º anniversario della band Gen Rosso, Porter canta uno dei loro più grandi successi, Resta qui con noi. Nel 2007 ha duettato con Gianni Morandi all’apertura del Run Time Up a Bologna ed ha partecipato alla trasmissione mediaset C’è posta per te.
Oltre a cantare, dal 1998 al 2002 Cheryl Porter ha insegnato canto nella scuola musicale vicentina Thelonious, presso la quale viene istituito un corso per coro gospel, dal quale successivamente prenderà forma il coro International Gospel Messengers (IGM), fondato e diretto dalla stessa Cheryl Porter. Il coro accompagna Cheryl Porter in numerosi concerti fino a tutto il 2007; nel 2005 Cheryl organizza una tournée del coro nella patria del gospel, Chicago, dove viene anche registrato l’album IGM LIVE IN CHICAGO. Nel 2008, in seguito a disaccordi espressi da un gruppo interno al coro in merito alle modalità di gestione e conduzione da parte del proprio leader, Cheryl Porter decide dapprima di sospendere temporaneamente l’attività del coro, per scioglierlo definitivamente qualche mese dopo in assenza di sviluppi da lei giudicati positivi.
I critici e gli esperti la paragonano a grandi indimenticabili artiste quali Sarah Vaughan, Dinah Washington e Mahalia Jackson.

 

 

 

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

CulturiaChannel.it

Storia, Cultura e Tradizione, offerta turistica ed enogastronomica. Eventi, imprese ed artigianato locale.
CulturiaChannel promuove le manifestaizoni legate all'Arte, alla Cultura, alla Musica, al Teatro, alla Danza, all'Architettura, con particolare riguardo verso storie di vita popolare, la Tradizione, il Culto e le manifestazioni locali, per incentivare tutto cio che appartiene alla nostra memoria storica, al nostro folklore.

Indici di Borsa Mondiali

Investing.com Italia
Save the Children Italia Onlus