Calcio, il Marcianise sbaglia, il Potenza vince Il ds D’Anna: errori colossali, sia nostri che dell’arbitro

Di Achille Talarico
15 novembre 2015
MARCIANISE – Il Marcianise paga ancora una volta i propri errori sottoporta e l’unico svarione difensivo: al ‘Progreditur’ passa un Potenza cinico abile a sfruttare le incertezze gialloverdi. Mister Campana ha Baratto squalificato: a centrocampo c’è Lopetrone dall’inizio con D’Anna e Conte, davanti Farriciello è infortunato, gioca Figliolia supportato da Ciano e Vincenzo Barone. Tra i pali si rivede Zeoli. Esterni bassi Mangiapia e Fossa con Lagnena e Follera collaudata coppia centrale. Lucani con la difesa a tre. L’avvio di partita è tutto di marca Marcianise: al 9’ uno-due in velocità tra Ciano e Figliolia, l’attaccante si presenta tutto solo davanti ma sceglie il tiro di potenza, Napoli ci mette i pugni. Un minuto dopo e Barone si coordina magnificamente e gira al volo il traversone di Conte, l’estremo difensore rossoblù sventa il pericolo. Al quarto d’ora Miocchi vede l’inserimento di Simeri che anticipa Zeoli in uscita ma il suo pallonetto si spegne sul fondo. Sugli sviluppo di un corner Napoli è ancora bravo a respingere un cross insidioso dalla destra. Al 24’ il vantaggio ospite con un calcio di rigore assegnato dal direttore di gara tra le proteste del Marcianise: l’arbitro, infatti, vede un tocco volontario di Follera in area (nell’occasione anche ammonito) e Simeri che dal dischetto trafigge Zeoli. Poco dopo la mezzora il meritato pari gialloverde: Figliolia ruba palla ad Esposito, la palla finisce a Ciano che fa secco Napoli. Sul finire della prima frazione chance per Figliolia che dal limite conclude alto. Nella ripresa partenza sprint del Potenza con Oretti che prima sfiora il palo su punizione, poi trova Riccio che di testa manca la porta per questione di centimetri. Mister Marra toglie Giacinti per De Stefano e cambia modulo mettendosi a quattro in mezzo al campo. Punizione calibrata di Ciano, Napoli si rifugia in angolo. Mister Campana toglie Figliolia per Sperandeo, tra i lucani Marco Esposito rileva Tommasiello. Al 23’ Napoli esce male ma D’Anna e Barone si ostacolano a vicenda. Al 25’ arriva il vantaggio rossoblù: su un lancio dalle retrovie, Fossa sbaglia i tempi del retropassaggio di testa, Simeri ne approfitta infilando Zeoli. D’Anna fa spazio a Sorrentino, Simeri è pericolo in contropiede, ma al 31’ è Barone a fallire il pareggio optando per la soluzione personale anziché servire Sorrentino libero al centro: Napoli para a terra. Entra anche De Bernardo per Barone e il Marcianise si getta in avanti lasciando spazio al contropiede del Potenza. Cinque si divora il tris che arriva al 40’ con Simeri – tripletta personale – che batte Zeoli con un destro da dentro l’area. Nel recupero il cuore gialloverde non basta. Sorrentino è pericoloso su due punizioni, la prima si infrange sul palo, la seconda è respinta da Napoli. Lopetrone va vicino al gol con un sinistro dal limite, ma il risultato non cambia e al triplice fischio finale fa festa solo il Potenza.
  1. MARCIANISE: Zeoli, Mangiapia, Fossa, Lopetrone, Follera, Lagnena, Ciano, Conte, Figliolia (18’ st Sperandeo) D’Anna (27’ st Sorrentino), Barone V. (32’ st De Bernardo). A disp.: Barone M., D’Apolito, Rossetti, Piscitelli, Leone, Masi. All.: Campana.
POTENZA: Napoli, Riccio, Blandi, Oretti, Esposito P., Liccardi, Tommasiello (21’ st Esposito M.), Giacinti (9’ st De Stefano), Simeri (41’ st Campanella), Miocchi, Cinque. A disp.: Di Costanzo, Lolaico, Bitancourt, Vitale, Langone, Neves. All.: Marra.
ARBITRO: Tommasello Andulajevic di Messina.
MARCATORI: rig. 24’ pt, 25’ st e 40’ st Simeri (P), 31’ pt Ciano (M).
NOTE: spettatori 200 circa con 50 tifosi ospiti. Ammoniti: Follera (M), Miocchi (P), Blandi (P) e Simeri (P). Rec.: 1’ pt; 4’ st. Angoli 5-4 per il Marcianise.
SPOGLIATOI
E’ un direttore sportivo amareggiato quello che commenta il ko interno contro il Potenza: “E’ stata una partita strana – spiega Salvatore D’Anna –  ogni gol che abbiamo preso è basato su ingenuità colossali per quello che riguarda gli errori nostri e su una svista colossale per quel che concerne il rigore dello 0-1. Ciò che mi dispiace è che abbiamo subito reti non per la bravura dell’avversario ma frutto o di ingenuità o di errori arbitrali. “Chi vede il gol del 1-2 resta sbigottito non si possono prendere reti così. Sul primo, invece, credo che il rigore non ci fosse. Più che fase difensiva da rivedere c’è stato l’errore di un singolo giovane calciatore: non posso dire ‘ci può stare’, certi errori non vanno commessi e per questo abbiamo perso una partita che era equilibrata. Il loro vantaggio è arrivato nella ripresa quando le squadre si stavano sfidando a viso aperto: il Marcianise è incappato in questo errore, il Potenza ha vinto. Onore a loro che ci sono riusciti”.

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

CulturiaChannel.it

Storia, Cultura e Tradizione, offerta turistica ed enogastronomica. Eventi, imprese ed artigianato locale.
CulturiaChannel promuove le manifestaizoni legate all'Arte, alla Cultura, alla Musica, al Teatro, alla Danza, all'Architettura, con particolare riguardo verso storie di vita popolare, la Tradizione, il Culto e le manifestazioni locali, per incentivare tutto cio che appartiene alla nostra memoria storica, al nostro folklore.

Indici di Borsa Mondiali

Investing.com Italia
Save the Children Italia Onlus