Calcio: il Marcianise non sfonda il bunker della Turris: finisce a reti inviolate

Di Achille Talarico

19 ottobre 2015

MARCIANISE – Il Marcianise pareggia con la Turris al termine di una partita a lunghi tratti dominata in cui gli ospiti hanno badato più a difendersi che a provare a giocare. Rammarico, tra i gialloverdi, per le tante occasioni sciupate. Il match, purtroppo, è stato preceduto da un agguato dei tifosi ospiti a quelli di casa, con alcuni supporter del Marcianise finiti in ospedale. Mister Campana (squalificato, in panchina Luigi Fumo) deve rinunciare a D’Apolito, al suo posto sull’out sinistro c’è Fossa, a destra confermato Mangiapia. Lagnena – che rientra dopo il forfait di domenica scorsa – e Follera fanno coppia in mezzo la difesa con Baratto di nuovo dirottato nella linea di centrocampo a tre con D’Anna e Conte; davanti Ciano e Sorrentino, torrse doc, a supporto di Farriciello centravanti. Di Maio, tecnico della Turris, cambia modulo e schiera un 3-4-3 improntato a non prenderle. Il Marcianise parte forte ed al 5’ ha subito una grossa chance per passare in vantaggio, ma Sorrentino, non sfrutta l’assist di Ciano e di destro gira debolmente sul fondo. L’esterno gialloverde ci riprova un minuto dopo ma anche in questo caso la mira è sbagliata. Al 10’ mischione in area Marcianise sugli sviluppi di un corner e capitan Ciano ci mette una pezza liberando. Un giro di lancette dopo altra grossa occasione per i padroni di casa con Farriciello, che ben lanciato da Fossa prima si beve Salvatore poi prova il tiro di punta sul primo palo che però termina a lato. Il Marcianise attacca, la Turris si difende in maniera ordinata. Capitan Ciano riceve un pestone sul braccio ed è costretto ad uscire: al suo posto Sperandeo. Nel finale di tempo Mangiapia manca l’impatto col pallone a un metro dalla porta sulla punizione battuta da Sorrentino. Nella ripresa il Marcianise alza il ritmo: bella azione personale di D’Anna ma il passaggio filtrante non è preciso. Entra Lopetrone per Sorrentino col centrocampista gialloverde sfiora l’incrocio su punizione dal limite. Il Marcianise si riversa nella metà campo avversaria ma la linea difensiva corallina regge. Al 19’ occasionissima per i padroni di casa in contropiede: Sperandeo si fa cinquanta metri palla al piede saltando avversari in serie, serve Farriciello che vede Baratto il quale però spreca ‘sparando’ sul portiere. Lo stesso Baratto al 26’ serve Farriciello in area, girata di testa e sfera alta. Al 35’ sale in cattedra Zeoli che si fa trovare pronto sul colpo di testa del neo entrato Mazzei su azione d’angolo. Il Marcianise si getta generoso in avanti, la Turris soffre ma resiste e doopo quattro minuti di recupero la gara finisce senza reti.

E’ un mister Campana rammaricato quello che si presenta in sala stampa dopo il pareggio a reti bianche contro la Turris: “Ci è mancato solo il gol. Produciamo tanto, ma sottoporta ci prende forse un po’ di frenesia e non facciamo quello dobbiamo fare. La Turris è un squadra formata da giocatori importanti e credo che venire a Marcianise e cambiare modulo significa forse temere quelle che sono le nostre qualità. Si sono difesi bene e sulle palle inattive, dove sono abbastanza attrezzati sia fisicamente che per il piede di Ciro Manzo, abbiamo rischiato qualcosa. Ai miei ragazzi, però, non posso rimproverare nulla perché mi sembra che soprattutto nella ripresa siamo stati padroni del campo. Nel primo tempo abbiamo fatto bene a tratti, poi l’uscita di Ciano ci ha un po’ spiazzati visto che noi prepariamo soluzioni per la sua grande qualità sia negli inserimenti che nell’interdizione. Meritavamo di vincere, ma accettiamo il pareggio contro una buona squadra, che si dice che dovrebbe salvarsi, ma una squadra che ha Tarallo in campo, per esempio, non può dire di volersi salvare”. Il Marcianise ha provato a vincere in tutti i modi, e nella ripresa ha schierato il tridente ‘pesante’. “In rosa ci sono giocatori che abbiamo preso proprio per questo, per cercare di trovare la soluzione giusta per ogni situazione che si viene a creare. Sorrentino è un giocatore importante, forse contro la squadra della sua città, lui che è innamorato della Turris, probabilmente sentiva partita troppo. Io, dunque, proprio per evitargli un eccesso di tensione, l’ho tolto. Ce l’abbiamo messa tutta, ma dall’altro lato c’era una squadra col coltello tra i denti, oltretutto reduce da una piccola contestazione e sicuramente sapevamo che c’era da parte loro un’organizzazione difensiva per non prendere gol”.

 

Progreditur Marcianise-Turris 0-0

P.MARCIANISE: Zeoli, Mangiapia, Fossa, Conte, Follera, Lagnena, Ciano (34’ pt Sperandeo), Baratto, Sorrentino (10’ st Lopetrone), D’Anna (24’ st Figliolia), Farriciello. A disp.: Barone M., De Bernardo, Rossetti, Leone, Masi, Barone V. All.: Fumo (Campana squalificato).

TURRIS: D’Amico, Salvatore (30’ st Mazzei), Pappadia, Pistone (39’ st Perrino), Gallo, Imparato, Somma Gio., Manzo, Tarallo, Yeboah, Schettino (24’ st Gisonni). A disp.: De Sio, Cerqua, Cigliano, Somma Giu., Marigliano, Cirillo. All.: Di Maio.

ARBITRO: Fontani di Siena.

NOTE: spettatori 350 circa con 100 sostenitori ospiti. Ammoniti: Mangiapia (M), Baratto (M), Sorrentino (M), Somma Gio. (T), Pistone (T). Rec.: pt 2’, 4’ st.

 

 

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *