Blocco Studentesco: striscioni in tutta la Puglia per celebrare il giorno della Vittoria

 “Celebra l’eroe, non il rifugiato”, con queste parole i ragazzi del Blocco studentesco di Lecce,Copertino, Nardò, Casarano, Brindisi, Barletta, Foggia e Bari ricordano l’epopea dei soldati nel giorno del novantantottesimo anniversario della fine della prima guerra mondiale.
“La vittoria della guerra ha avuto un prezzo altissimo: la vita di migliaia di soldati che hanno tracciato col proprio sangue i confini della nostra Nazione. A quasi un secolo dalla fine del primo conflitto mondiale – si legge in una nota diffusa dal movimento – il ricordo dell’eroico sacrificio dei nostri connazionali è più vivo che mai, soprattutto per contrastare e arginare la follia boldriniana. Non sarà un meschino tentativo di sostituzione dei popoli a vanificare la grandezza dell’eroica impresa di tutti i giovani caduti in guerra.”
“La crisi morale, culturale ed economica che sta annichilendo il presente può essere superata ripartendo dall’esempio di grandezza che i nostri eroi ci hanno lasciato come monito. Credere nella Vittoria e nel riscatto, come i nostri avi che, col sacrificio della propria vita, hanno dimostrato quanta bellezza risieda nella consapevolezza di essere artefici del proprio destino.”

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *