BARI, CINEMA ARMENISE. LA REGIONE DÀ RAGIONE A CONCA (M5S): “DELIBERA DI ABBATTIMENTO ILLEGITTIMA”

“Avevamo scritto ai competenti uffici regionali, su segnalazione di alcuni comitati cittadini, per l’evidente mancanza di adempimenti VAS nella deliberazione di giunta comunale che ha autorizzato la variante al piano particolareggiato di Carrassi, propedeutica allo smantellamento dello storico cinema Armenise di Bari. Oggi gli uffici regionali ci hanno dato ragione e, con una lettera indirizzata al settore urbanistica del Comune di Bari, hanno richiesto chiarimenti in merito alle anomalie evidenziate nella procedura autorizzativa. In assenza di VAS la variante non può che ritenersi nulla e di conseguenza i lavori di smantellamento del cinema Armenise vanno immediatamente stoppati in attesa di adeguati accertamenti.queste le dichiarazioni del consigliere regionale M5S Mario Conca che in data 25 febbraio aveva denunciato la totale assenza di riferimenti alla procedura VAS, come da prescrizioni di LR 44/2012 e del conseguente Regolamento attuativo n. 18 del 2013.
Chiedendo pertanto che venissero attivate con la massima urgenza, tutte le procedure finalizzate alla verifica di assoggettabilità/non assoggettabilità a VAS della suddetta variante ed in caso di esito negativo del riscontro, il consigliere pentastellato aveva chiesto “l’immediato avvio della procedura di annullamento”.
In data odierna la risposta da parte del Servizio VAS della Sezione Ecologia del “Dipartimento mobilità, qualità urbana, opere pubbliche e paesaggio” della Regione Puglia che ha confermato i rilievi del consigliere M5S comunicando che agli atti del suddetto Servizio “non risultano informazioni in merito all’assolvimento degli adempimenti di legge in materia di VAS” invitando pertanto l’amministrazione del Comune di Bari a “voler fornire i necessari chiarimenti in riscontro a quanto segnalato dal cosniglio regionale”.
La vicenda arriva dopo che anche i consiglieri comunali del M5S di Bari, Sabino Mangano e Francesco Colella, avevano depositato, qualche settimana fa, una mozione urgente che impegnava il Sindaco ad emanare, in autotutela, un provvedimento di sospensione per il permesso di costruire sia perchè detto intervento risultava difforme dal P.P. approvato nel 2005 modificando la dotazione degli standard fissati per l’area, sia perchè risultava opportuno verificare la completezza dei documenti allegati alla stessa. Tale mozione fu bocciata dal Consiglio comunale.

10 marzo 2016

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

CulturiaChannel.it

Storia, Cultura e Tradizione, offerta turistica ed enogastronomica. Eventi, imprese ed artigianato locale.
CulturiaChannel promuove le manifestaizoni legate all'Arte, alla Cultura, alla Musica, al Teatro, alla Danza, all'Architettura, con particolare riguardo verso storie di vita popolare, la Tradizione, il Culto e le manifestazioni locali, per incentivare tutto cio che appartiene alla nostra memoria storica, al nostro folklore.

Indici di Borsa Mondiali

Investing.com Italia
Save the Children Italia Onlus