Arnesano, Palazzo Marchesale: “Sono contento perché canto”. Lo spettacolo musicale “a scaletta aperta” di Francesco Spedicato torna in scena nel Salento grazie ad AVIS nella festività di Santo Stefano, sempre con la partecipazione straordinaria del M° Eliseo Castrignanò

Grandi classici internazionali, indimenticabili successi della canzone italiana e anche brani tratti dal repertorio “colto” che hanno reso grande la nostra terra, attraverso la voce del mitico TITO SCHIPA, tenore di grazia leccese acclamato in tutto il mondo. Lo spettacolo musicale “Sono contento perché canto” torna in scena il prossimo lunedì 26 dicembre ad Arnesano (Le), ancora una volta con l’obiettivo di portare il pubblico indietro nel tempo, per riscoprire la più attuale contemporaneità e forza comunicativa di indimenticabili canzoni del passato. Il musicista e cantante leccese FRANCESCO SPEDICATO si trasformerà ancora una volta in un canterino Cicerone per raccontare in note la gioia, l’amore, la gelosia, la bellezza del donare, nella speciale occasione del 25esimo anniversario della fondazione dell’AVIS di Arnesano – sez. Mario Fiordaliso. L’evento, realizzato con la collaborazione del Comune di Arnesano e dell’associazione culturale “Orpheo per l’alba di domani”, si svolgerà nella sala centrale del Palazzo Marchesale a partire dalle 18.30 (ingresso gratuito).

FOTO SPEDICATO Fra room2 TITO SCHIPA Locandina Arnesano 2 TITO SCHIPA sono contento perchè.. (A4)

La serata vedrà la partecipazione straordinaria del M° Eliseo Castrignanò. “Sono contento perché canto” è infatti un concerto per voce e pianoforte arricchito poi da un ensemble di poliedrici musicisti e cantanti, tutti salentini, alcuni dei quali giovanissimi. Ad interagire con i due artisti al timone saranno il soprano Maria Luisa Casali e, poi, Claudia Presicci, giovanissimo talento emergente, Angela Ritucci, Alfredo De Iaco, e la piccola Francesca Garofano, appena dodicenne.
Ad impreziosire la serata, la fisarmonica di Alessandro Gazza e le percussioni di Matteo Spedicato.
Creatività e “lirica sperimentazione” per uno spettacolo unico in cui il repertorio varia di serata in serata, anche in piena interazione con il pubblico, fluttuando, attraverso mani esperte, nel cielo dell’improvvisazione.
TITO SCHIPA sarà solo una parte ma fondamentale protagonista del percorso musicale che verrà proposto al pubblico. I musicisti Francesco e Matteo Spedicato, autori del libro “Tito – Il cantante piccoletto”, favola che racconta, in maniera semplice ed accattivante, anche grazie ad efficaci illustrazioni, la vita e la carriera dell’usignolo leccese, sono riusciti a risvegliare negli ultimi mesi tra bambini e ragazzi salentini un vivo interesse verso la figura del leccese più famoso al mondo. Il loro libro è il fulcro del progetto “Stregati dalla musica”, realizzato dall’associazione Orpheo, a cui partecipano quest’anno circa cinquanta scuole delle provincie di Lecce e Brindisi.
Direttore di produzione Andrea Rizzo, foto Laura Clifton Byrne.
22 dicembre 2016
Azzurra De Razza

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *