Nardò (Le) al via il progetto Chiese Aperte per l’estate 2013.

L’Amministrazione Comunale ha  attivato un sistema di collaborazione con la Parrocchia Maria Santissima Assunta per la realizzazione del progetto “Chiese Aperte – estate 2013”, finalizzato alla valorizzazione e fruizione del patrimonio storico/artistico, culturale e religioso, con particolare riferimento alle seguenti Chiese: S. Domenico, Basilica Cattedrale, Madonna del Carmine, al fine di garantirne la più ampia fruibilità a favore di cittadini, turisti e visitatori.
 Il progetto mira ad assicurare l’apertura e fruizione delle Chiese citate ogni giorno sino ai primi di settembre, nei seguenti orari: dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 22.30, fermo restando il consueto orario di apertura tradizionalmente osservato dalle chiese e l’articolazione oraria legata all’espletamento delle funzioni religiose.
 L’iniziativa – già attivata talvolta negli anni scorsi – ha riscosso ottimo successo e generale apprezzamento presso turisti, cittadini e visitatori.                                                                                                                    
 La gestione del progetto “Chiese Aperte 2013” è affidata ai giovani neritini dell’Associazione “TIC TAC – Talenti Innovativi Creativi Territorio Arte Cultura” , in ragione della comprovata professionalità nel settore e della positiva esperienza maturata nell’attività di gestione tuttora in corso di importanti istituzioni culturali museali della Città.
 “Il progetto Chiese Aperte 2013 amplia l’offerta turistica a disposizione dei nostri visitatori – dichiara l’Assessore Maurizio Leuzzi – consentendo una maggiore fruizione del nostro patrimonio artistico e culturale. Esso è peraltro complementare al progetto “Appuntamenti nel borgo”. Con il primo si consente infatti al turista la visita delle chiese nel cuore del borgo antico anche in orari (primo pomeriggio e tarda serata) in cui sinora non era possibile farlo. Con il secondo si organizzano visite guidate (su prenotazione presso l’infopoint del Sedile) tra i palazzi e le chiese del centro storico, che poi si concludono con un concerto sui sagrati delle chiese (ogni volta una diversa), con degustazione finale di vini locali.
 Insomma – conclude l’Assessore Leuzzi – un ‘offerta culturale ed al contempo di svago, per intrattenere quanto meglio e quanto più possibile i turisti nel nostro centro storico, con indubbio vantaggio per quei commercianti che continuano a credere nelle enormi potenzialità turistiche del borgo antico”.

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *