AGOSTO IN MUSICA E VINO A CORIGLIANO D’OTRANTO

Per gli amanti della musica d’autore e del buon vino appuntamento il 5, il 19 e il 21 agosto a Corigliano d’Otranto, nella Masseria dell’Associazione ArtLab Lu Mbroia in via Marcello, per assistere ai concerti, degustando l’ottimo vino Duca Carlo Guarini. La cantina di Scorrano, tra le più antiche d’Italia, con i suoi quasi mille anni di storia sostiene la rassegna organizzata dal cantautore Massimo Donno, ricca di eventi originali durante tutto il mese di agosto.

 

Segnate in agenda domenica 5 agosto ore 20.30 per la serata “Si chiamava Faber. Federico Sirianni racconta Fabrizio de Andrè”. Il cantautore, genovese di nascita e torinese di adozione, è ospite nel 1993 del Premio Tenco sul palco dell’Ariston di Sanremo come miglior esordiente, ma solo dopo dieci anni esce il suo primo disco “Onde clandestine” (Warner, 2002). Nel 2004 vince il Premio della Critica al festival Musicultura di Recanati, nel 2006 il Premio Bindi e nel 2010 il Premio Lunezia. Sirianni ha conosciuto Fabrizio De Andrè e lo ha incontrato varie volte nel suo cammino di vita, esperienziale e musicale. Sul palco racconta aneddoti inediti su Faber, proprio perché vissuti in prima persona. Cerca di penetrare nei sottotesti di una storia ormai molto conosciuta da tutti. C’è una Genova leggendaria e una Genova calpestata e sofferta sulla propria pelle a fare da set principali ai racconti e alle canzoni, non necessariamente le più famose, ma quelle che riescono forse a esprimere, oltre che l’ormai noto talento, anche la gigantesca umanità di cui era pervaso questo artista unico. Il “live” è uno spettacolo di canzoni e di storie che vede sul palco Sirianni (voce, chitarra, pianoforte e armonica) accompagnato da un trio di eccellenti musicisti: Elisabetta Bosio (violino), Veronica Perego (contrabbasso) e Cosimo De Nola (batteria e percussioni). Durante la serata si potrà degustare il sorprendente Piccolebolle, il primo spumante ottenuto dalla vinificazione in bianco del Negroamaro, con metodo Martinotti, completamente prodotto e spumantizzato in cantina a Scorrano.

 

Domenica 19 agosto si esibiranno a Lu Mbroia, unica tappa nel Salento, Riccardo Tesi e Banditaliana, per presentare il nuovo album “Argento”, compimento dei venticinque anni di attività della stessa band. Tesi, compositore e organettista di fama internazionale, uno dei musicisti più autorevoli della nuova scena world europea che vanta collaborazioni dalla musica etnica (E. Ledda, Justin Vali, Kepa Junkera; J. Kirkpatrick, P. Vaillant al jazz (G. Mirabassi) fino alla grande canzone d’autore (I. Fossati, F. De Andrè, G.M. Testa) è il fondatore del progetto Banditaliana. Fin dal suo esordio nel 1992 sono elementi portanti della band Maurizio Geri voce solista e chitarrista funambolico il cui stile fonde le tematiche legate alla musica mediterranea con l’improvvisazione swing-manouche; Claudio Carboni sassofonista dotato di un fraseggio secco e preciso, cresciuto nella migliore tradizione del liscio e il percussionista Gigi Biolcati  a suo agio nella musica etnica e nel jazz. Per questa occasione si potrà degustare Taersìa Biologico, un vino dai profumi freschi e complessi, ottenuto dalla lavorazione in bianco di uve rosse di Negroamaro in purezza.

 

Lunedì 21 Agosto ci sarà sul palco Redi Hasa Live solo. Il violoncellista albanese, musicista di livello internazionale che collabora con artisti del calibro di Ludovico Einaudi e da diversi anni porta in giro per il mondo il suo progetto in duo con la cantante salentina Maria Mazzotta, farà ascoltare brani tratti dai suoi lavori discografici, un viaggio nel suo variegato universo musicale. In degustazione Malìa Rosa Biologico, rosato ottenuto dalla vinificazione in bianco di uve Malvasia nera in purezza. È un vino raro dai profumi delicati ed eleganti.

 

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *