Acque di vegetazione e nanotecnologie. Entra nel vivo la ricerca su Xylella fastidiosa

Acque di vegetazione e nanotecnologie: entra nel vivo la ricerca scientifica per valutare possibili soluzioni con cui contrastare l’epidemia causata da xylella fastidiosa sugli ulivi salentini.
A fare il punto della situazione, questo pomeriggio nell’incontro promosso da Coldiretti Lecce, nella sede di viale Grassi, sono stati Giovanni Mita, dell’Istituto di scienze delle produzioni alimentari (Ispa) del Cnr di Lecce, e Giuseppe Ciccarella, del dipartimento di Scienze e tecnologie biologiche e ambientali dell’Università del Salento.
“Stiamo effettuando prove per verificare le osservazioni fatte da alcuni olivicoltori circa un possibile ruolo delle acque di vegetazione di contrasto nei confronti della Xylella. Sono in corso prove in due campi sperimentali, a Surbo ed Ugento – ha spiegato Mita alla platea di olivicoltori e di esperti del settore – Stiamo anche testando l’efficacia di alcuni specifici composti fenolici sia su colture del ceppo batterico che su piantine di olivo. Composti per i quali esistono già alcune indicazioni nella letteratura scientifica ma i dati si riferiscono ad altre sottospecie di Xylella, mentre noi stiamo testando per la prima volta i loro effetti sulla sottospecie pauca, che ha colpito gli ulivi salentini”.
Il gruppo di biologi guidati dal professor Mita ha avviato la ricerca sulle acque di vegetazione nell’ambito del progetto Tapass, acronimo di “Tecnologie abilitanti per produzioni agroalimentari sicure e sostenibili”, un cluster tecnologico finanziato con 549mila euro dalla Regione Puglia, al quale partecipano Coldiretti e diversi enti tra i quali l’Università del Salento, il Cnr di Lecce e di Bari e il centro “Basile Caramia”, sotto l’egida del Distretto agroalimentare tecnologico regionale. Uno degli obiettivi del cluster riguarda la ricerca di soluzioni innovative per la tutela della biodiversità da rischi epidemici. “E proprio in questo ambito – prosegue Mita – stiamo procedendo con la messa a punto della sperimentazione. Il progetto è iniziato a novembre e durerà 2 anni. Entro i prossimi mesi speriamo di avere i primi risultati”.

Seminario%20Coldiretti%20Lecce

“Stiamo lavorando ad una nuova generazione di nanovettori – ha spiegato Giuseppe Ciccarella – con lo scopo di potenziare l’effetto di penetrazione nel batterio. Allo stesso tempo continuiamo a sviluppare il protocollo per la diagnosi precoce su piante asintomatiche. Con l’assunzione di due giovani ricercatori nell’ambito del progetto Tapass approfondiremo i meccanismi che regolano l’assorbimento di nanoparticelle da parte della pianta al fine di permettere un più facile assorbimento dei preparati attraverso l’apparato fogliare o radicale”. “Stiamo creando una rete relazionale con esperti di università ed enti di ricerca italiani ed internazionali – ha sottolineato il docente – La pluralità delle opinioni è per noi un valore aggiunto perché siamo convinti che se vi sarà un risultato derivante dai nostri sforzi sarà grazie al contributo della comunità scientifica ed allargarla, penso, sia un vantaggio per tutti”.
“Se oggi Coldiretti sollecita agli stessi olivicoltori il massimo impegno – dice il presidente di Coldiretti Lecce, Pantaleo Piccinno – nella effettuazioni delle migliori pratiche agronomiche tese alla riduzione della presenza della “sputacchina” e quindi necessarie per il contenimento della diffusione della malattia, allo stesso modo Coldiretti pretende che gli studiosi non lascino nulla di intentato nella ricerca di una ipotetica cura, anche praticando strade innovative e mai percorse fino ad oggi”.
L’incontro, come i precedenti con i professori Cristos Xiloyannis, Riccardo Gucci, Giovanni Martelli, Marco Scortichini e Francesco Porcelli, ha offerto un momento utile per uno scambio di conoscenze ed informazioni pratiche tra addetti ai lavori sulla batteriosi che sta colpendo duramente gli ulivi.
Coldiretti Lecce – ufficio stampa Daniela Pastore
7 APRILE 2016

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

CulturiaChannel.it

Storia, Cultura e Tradizione, offerta turistica ed enogastronomica. Eventi, imprese ed artigianato locale.
CulturiaChannel promuove le manifestaizoni legate all'Arte, alla Cultura, alla Musica, al Teatro, alla Danza, all'Architettura, con particolare riguardo verso storie di vita popolare, la Tradizione, il Culto e le manifestazioni locali, per incentivare tutto cio che appartiene alla nostra memoria storica, al nostro folklore.

Indici di Borsa Mondiali

Investing.com Italia
Save the Children Italia Onlus