A SAN CATALDO IL PRIMO INTERNATIONAL YOUTH CAMP

Venti giovani, dieci nazioni, sette giorni: sono questi i numeri del primo “International Youth Camp Beyond Europe:Youth is EU” promosso e coorganizzato da Europe Direct dell’Università del Salento, Il Comune di Lecce e le associazioni VulcanicaMente ed Il Formicaio A. P. S.
I giovani saranno ospitati fino al 14 settembre presso l’Ostello del Sole di San Cataldo e avranno una settimana per conoscere altre culture europee, imparare di più sulla cittadinanza attiva e la responsabilità ambientale e per scoprire il Salento.
Italia, Polonia, Croazia, Germania, Estonia, Portogallo, Spagna, Lituania, Svizzera e Grecia sono i paesi coinvolti nell’evento, in un mix che permetterà un ricco scambio culturale attraverso lavori in gruppo, escursioni ed interessanti laboratori.
Coinvolte nel progetto anche realtà territoriali quali Salento Bici Tour, SEI project Le n’ticchie catering etico e catering vegano Veganch’io.
“Nell’anno europeo per la cooperazione allo sviluppo conoscersi l’un l’altro diventa l’elemento essenziale anche per comprendersi – spiega il responsabile dell’Europe Direct del Salento, Andrea Filieri – ed ecco perché mostrare tutte le peculiarità di una cultura rende più semplice la convivenza e la comprensione dell’altro. Informare, sensibilizzare, coinvolgere i cittadini europei sui temi della cooperazione e dello sviluppo globale. Sono questi gli obiettivi dell’Anno Europeo per lo Sviluppo proclamato per il 2015 . Un percorso culturale che si snoda attraverso la ricerca della conoscenza reciproca in una società sempre più eterogenea e multiculturale in una maniera non convenzionale”.
“L’Europa e i giovani è un binomio dal quale non si può prescindere” – dichiara Alessandro Delli Noci, assessore alle politiche Comunitarie del Comune di Lecce – “Anzi, è un faro a cui occorre tendere per sviluppare un nuovo e proficuo senso di appartenenza, valori identitari comuni, nonché nuove opportunità di crescita umana e professionale. L’International Youth Camp Beyond Europe:Youth is EU è un’occasione importante per favorire conoscenza reciproca, scambi, cooperazione, crescita. Un laboratorio che ha l’obiettivo di sensibilizzare sui temi europei e favorire l’inserimento dei giovani all’interno di un contesto sociale che fa del multiculturalismo e l’integrazione le sue linee direttrici e di sviluppo”.

“Il primo International Youth Camp – sottolinea Sara Marzo, presidente dell’associazione VulcanicaMente – nasce proprio qui in Salento con l’idea di aprire la nostra terra all’Europa – La nostra associazione, come tante altre piccole realtà del territorio, si muove in modo silenzioso coinvolgendo giovani, creando opportunità per viaggiare, occasioni di confronto e spesso inventandosi un lavoro che fa crescere la nostra terra. E’ per questo che in questa settimana abbiamo previsto il coinvolgimento di altre realtà locali per condividere con l’Europa ciò che di positivo stiamo creando sul territorio: turismo responsabile, catering etico, educazione e responsabilità ambientale, innovazione sociale, cittadinanza attiva”.

“In questa esperienza – aggiunge Lorenzo Mormiro, componente del Formicaio A.P.S. – stiamo mettendo in pratica piccoli accorgimenti che cercano di ridurre al minino l’impatto ambientale che il nostro Youth Camp avrà sul territorio circostante. In questa direzione sono state prese alcune decisioni che andranno a limitare al minimo possibile l’uso di risorse naturali e la produzione di rifiuti. Primo accorgimento è l’utilizzo di stoviglie in ceramica, posate e bicchieri riutilizzabili. Stiamo cercando anche di limitare lo spreco di acqua usando dei recipienti dove lavare le stoviglie senza l’uso dell’acqua corrente. Un’azione che contribuisce a creare un senso di comunità, rispetto e condivisione, in quanto ognuno dei partecipanti è responsabile di ciò che utilizza. Non a caso per tutto lo svolgimento dello Youth camp verrà utilizzata l’acqua naturale presa dalla ‘ Casa dell’Acqua’, servita in brocche di vetro, per limitare al minimo l’utilizzo della plastica. L’obiettivo è quello di sensibilizzare i partecipanti a pratiche quotidiane più responsabili”.
E’ in questa ottica di partecipazione, condivisione, coinvolgimento e educazione europea che parte l’International Youth Camp.
Il tema “Beyond Europe: Youth is EU!” fa da filo conduttore attraverso i momenti e le condivisioni di questo percorso percorrendo i paesi Europei, la loro cultura e le loro tradizioni, con uno sguardo anche al di là dei confini europei.
Ufficio stampa Comunedi Lecce
9 settembre 2015

 

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *